Voi siete qui

Domande e risposte sul Cammino di San Benedetto

…Ovvero: tutto quello che volete sapere sul Cammino di San Benedetto ma non avete mai osato chiedere!!

In questa pagina trovare una vasta raccolta di domande e risposte riguardo alle varie problematiche riguardo al cammino, creata in base alle richieste più frequenti fatte dai visitatori del sito.
Buona consultazione!

Ospitalità a donativo (4)

Si tratta di strutture non commerciali (conventi, foresterie di monasteri, case private) che accolgono i pellegrini ad offerta libera. E’ necessario avere con sé il proprio sacco lenzuolo e set da bagno, oltre alla credenziale; generalmente non sono previste cena e colazione.

Ognuno dia quel che può. Sarebbe buona norma lasciare un importo non dissimile da quanto si spenderebbe in un ostello (intorno ai 15 € per il solo pernottamento); ma ognuno si regoli in coscienza, tenendo presente che chi vi ospita sostiene delle spese per poter garantire il servizio, e che la possibilità che continuino ad esserci ospitalità a donativo dipende anche da te.

Sì, é possibile piantare la tenda presso la maggior parte degli agriturismi, presso i conventi ed altre strutture indicate sulla guida (*).

Per gruppi numerosi, è possibile soggiornare presso palestre, campi sportivi, strutture comunali lungo il Cammino: contattate sempre gli Amici del Cammino, indicati in guida (*).

Load More


(*) Guida “Il Cammino di San Benedetto” di Simone Frignani, edizioni Terre di mezzo.

EMERGENZA CORONAVIRUS

Se stai programmando di partire per il Cammino di San Benedetto, verifica con anticipo l’apertura delle ospitalità chiamando le singole strutture (trovi tutti i contatti aggiornati sulla guida “Il Cammino di San Benedetto” 4° edizione Terre di mezzo), la prenotazione è in ogni caso obbligatoria fino a nuove disposizioni.

Consulta sempre gli aggiornamenti sul sito per seguire l’evolversi della situazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: