Cos’è il Cammino di San Benedetto

Trecento chilometri da Norcia, alle propaggini dei Monti Sibillini, a Subiaco, nell’alta valle dell’Aniene, fino a Cassino, nella valle del Liri, attraversando i luoghi piú significativi della vita di san Benedetto da Norcia. 16 tappe attraverso sentieri, carrarecce, e strade a basso traffico, percorrendo valli e monti di Umbria e Lazio. Non soltanto un viaggio nel mondo benedettino, ma anche un pellegrinaggio sui luoghi di santi a volte popolarissimi, come Rita da Cascia, Francesco d’Assisi, Tommaso d’Aquino; oppure meno noti, come Giuseppe da Leonessa o Agostina Pietrantoni.

Ogni tappa sarà una scoperta. Con la lentezza permessa dal viaggiare a piedi o in bicicletta, scopriremo il cuore di un’Italia bellissima e sconosciuta. Se poi il Cammino vi arricchirà anche spiritualmente, riterrò ben spesi i miei sforzi!
Buon Cammino!
Simone


Una breve intervista a Simone Frignani, ideatore e creatore del Cammino di San Benedetto. Dall’idea, al progetto, alla realizzazione.
Chi sono i pellegrini e perché camminano nel cuore dell’Italia minore

Si dice del Cammino di San Benedetto…

EMERGENZA CORONAVIRUS

Se stai programmando di partire per il Cammino di San Benedetto, verifica con anticipo l’apertura delle ospitalità chiamando le singole strutture (trovi tutti i contatti aggiornati sulla guida “Il Cammino di San Benedetto” 4° edizione Terre di mezzo), la prenotazione è in ogni caso obbligatoria fino a nuove disposizioni.

Consulta sempre gli aggiornamenti sul sito per seguire l’evolversi della situazione.