Cos’è il Cammino di San Benedetto

Trecento chilometri da Norcia, alle propaggini dei Monti Sibillini, a Subiaco, nell’alta valle dell’Aniene, fino a Cassino, nella valle del Liri, attraversando i luoghi piú significativi della vita di san Benedetto da Norcia. 16 tappe attraverso sentieri, carrarecce, e strade a basso traffico, percorrendo valli e monti di Umbria e Lazio. Non soltanto un viaggio nel mondo benedettino, ma anche un pellegrinaggio sui luoghi di santi a volte popolarissimi, come Rita da Cascia, Francesco d’Assisi, Tommaso d’Aquino; oppure meno noti, come Giuseppe da Leonessa o Agostina Pietrantoni.

Ogni tappa sarà una scoperta. Con la lentezza permessa dal viaggiare a piedi o in bicicletta, scopriremo il cuore di un’Italia bellissima e sconosciuta. Se poi il Cammino vi arricchirà anche spiritualmente, riterrò ben spesi i miei sforzi!
Buon Cammino!
Simone


Una breve intervista a Simone Frignani, ideatore e creatore del Cammino di San Benedetto. Dall’idea, al progetto, alla realizzazione.
Chi sono i pellegrini e perché camminano nel cuore dell’Italia minore

Si dice del Cammino di San Benedetto…

ATTENZIONE!

Dal giorno 11 novembre 2021 l’Umbria è in zona arancione. Il Cammino di San Benedetto resta quindi accessibile nel solo tratto laziale (Leonessa-Montecassino), anche se la rapida evoluzione dell’emergenza Covid consiglia di rimandare a tempi migliori (che verranno, potete starne certi).