Voi siete qui

Aggiornamenti seconda edizione

Download PDF

INTEGRAZIONE ALLA 2°EDIZIONE – Ristampa 2015

TAPPA 5 LA FORESTA (RIETI)
Altre possibilità di alloggio:
Casa Vacanze Le Querce di Tara. A 700 m dal Santuario della Foresta, proseguendo sulla strada in salita. Con proprio sacco lenzuolo/asciugamano: €15. Cucina in autogestione. 348-42.73.023 (Mauro).
TAPPA 8 POZZAGLIA
Scendendo dal valico, giunti in vista del paese di Pozzaglia presso un ripetitore, c’è la possibilità di accorciare di 3 km evitando il (più comodo per le gambe) giro dalla pineta, puntando direttamente sul paese su una traccia in ripida discesa.
ORVINIO Disponibile trasporto zaini da Castel di Tora per gli ospiti del Sorriso dei Monti/San Michele. Contributo spese di trasporto: 1 zaino €5 / 2+ zaini €8. Richiedere al momento della prenotazione (min.2 giorni prima, salvo disponibilità).
TAPPA 9 MANDELA
Nuovi prezzi al B&B Agorà: singola €35, doppia €50, tripla € 65 con lavatrice e uso cucina.
TAPPA 10 DA MANDELA-VICOVARO A SUBIACO, A PIEDI LUNGO IL FIUME ANIENE Bellissima variante a piedi quasi interamente su sentiero a fianco del fiume. I ciclisti seguano invece la tappa descritta in guida, lungo la Valle del Giovenzano.

DA MANDELA (29,5 km) Provenendo dal centro del paese (e avendo già visitato le grotte benedettine di San Cosimato il giorno prima: consigliato vista la lunga tappa di oggi), si prenda la strada che scende a sinistra di fianco al crocifisso. Giunti sulla Tiburtina Valeria, voltate a destra e dopo 200 m davanti alla stazione ferroviaria, passate il ponte sull’Aniene e andate a sinistra (*).

DA VICOVARO-SAN COSIMATO (30,5 km) Da San Cosimato, seguire la descrizione di pag. 99, fino a oltrepassare il torrente Giovenzano e sbucare sulla Provinciale (8°riga dal fondo). Si vada a sinistra, dopo 700 m si lascerà alla nostra sinistra il ponte sull’Aniene (*) seguendo l’indicazione per Saracinesco (un minuscolo borgo dei Monti Ruffi, secondo tradizione fondato dai Saraceni). Dopo 20 m s’imbocchi a sinistra una stradina che prosegue a fianco del fiume, che dopo 900 m diventa sterrata e continua su sentiero nel bosco, sempre vicino all’Aniene. Dopo 2,3 km sbuchiamo su un’ampia sterrata e andiamo a destra. Dopo 3,6 km poco sotto Anticoli Corrado, raggiungiamo una stradina asfaltata e andiamo a destra; dopo 180 m davanti a una chiesetta voltiamo a sinistra su sterrata, seguendo il bianco-rosso Cai. Dopo 1,6 km a un bivio proseguiamo diritto; dopo 40 m ci lasciamo a sinistra una sterrata, e dopo 40 m a un successivo bivio teniamo la sinistra. Proseguiamo per la splendida sterrata ombreggiata, che dopo 1,5 km raggiunge l’asfalto in prossimità di una sorgente di acqua sulfurea. 200 m più avanti, sulla sinistra troviamo una doppia sorgente, con acqua liscia e gassata: ci troviamo nell’area dell’Acqua Marcia, da dove fin dall’antichità ha preso l’acqua Roma! Dopo aver riempito le borracce, riprendiamo il Cammino, dopo 1,2 km raggiungiamo uno stop (andando a destra si sale a Marano Equo) e proseguiamo ancora diritto imboccando di fronte a noi una piccola stradina asfaltata. Dopo 800 m voltiamo a sinistra su un sentiero che s’addentra in un folto bosco, e  dopo 1 km sbuchiamo su una stradina asfaltata. Andiamo a sinistra, e dopo 500 m raggiungiamo la strada regionale presso Agosta. Andiamo a destra sul marciapiede, e dopo 350 m, oltrepassata una fontana, imbocchiamo una sterrata sulla destra. Dopo 600 m davanti a un campo da calcio, andiamo a sinistra costeggiando l’impianto, poi a destra. Dopo 70 m prendiamo il secondo bivio sulla sinistra che, passando sotto alla strada regionale, conduce su uno sterrato. Dopo 250 m a un bivio andiamo a sinistra, e dopo 120 m sbuchiamo su via della Ferrovia. Andiamo a destra, dopo 100 m ripassiamo sotto alla strada regionale, e dopo 50 m imbocchiamo un viottolo sterrato sulla destra che dopo 800 m raggiunge una bella sterrata a fianco del fiume. Andiamo a sinistra costeggiando l’Aniene per 500 m, in mezzo al bosco, fino a quando troveremo un ponticello pedonale sulla destra che ci permetterà di attraversare il fiume. Proseguiamo a sinistra lungo l’altra riva dell’Aniene, dopo 750 m passiamo sotto a un ponte stradale e proseguiamo su sentiero a fianco del fiume per 500 m, fino a una passerella in legno che ci consentirà di passare un piccolo affluente. Andiamo a sinistra, e dopo 100 m riprendiamo la traccia sulla riva dell’Aniene. Dopo 350 m giungiamo in prossimità della strada regionale davanti a un ponticello, che non passeremo, ma proseguiamo diritto e dopo 50 m imbocchiamo un sentiero che corre tutto a fianco del fiume, in mezzo al bosco. Dopo 1,8 km troveremo un ponticello alla nostra sinistra, ma proseguiamo ancora diritto su sterrata per altri 2 km quasi interamente nel bosco, fino a sbucare su una stradina asfaltata. Andiamo a sinistra, poi sempre diritto. Dopo 1,3 km già a Subiaco, oltrepassiamo il cimitero e sbuchiamo sotto al convento di San Francesco; proseguiamo diritto e dopo 50 m, prima di un ponte, teniamo la destra passando davanti a una fontanella. Avanti altri 100 m, fino a ritrovare alla nostra sinistra il fiume Aniene, che attraversiamo sul ponte medievale di San Francesco. L’ingresso a Subiaco è descritto a pag. 100, 13° riga dal fondo (2° edizione aggiornata 2015).

Altre possiblità di alloggio: (sulla nuova tappa lungo il fiume Aniene)
B&B I Pastorelli, via Madonna della Quercia 9, tel. 389-0185429 (Zsusanna), 331-4635289 (Stefano) € 20.

Tappa 13 TRISULTI Da Trisulti a Civita, dove s’incontrano delle doppie frecce si può scegliere di seguire il percorso asfaltato oppure le scorciatoie in salita che tagliano i tornanti.
Tratto SANTA FRANCESCA-SCIFELLI Bella variante che permette di eliminare 3 km di asfalto. Arrivati a Santa Francesca, superata la chiesa parrocchiale e un ponticello, voltiamo a destra su Contrada Colle Spagnolo, ombreggiata. Dopo 500 mt. in discesa arriviamo davanti a un ponticello (interrotto): proseguiamo diritto costeggiando uin fosso. Dopo 150 m guadiamo il fosso e proseguiamo costeggiandolo sull’altra sponda. Dopo 400 m raggiungiamo l’asfalto presso un ponte. Giriamo a sinistra e imbocchiamo una stradina asfaltata. Passiamo un ponticello e subito voltiamo a destra su strada senza uscita, che consente comunque di raggiungere la strada principale dopo 400 m. Andiamo a destra, e dopo 100 m giriamo nuovamente a destra, addentrandoci tra le case di Ciamè. Dopo 100 m imbocchiamo una mulattiera sulla sinistra che, scendendo, dopo 150 m termina su una stradina sterrata. Andiamo a sinistra, scendiamo a un fosso e dopo 200 m raggiungiamo un gruppo di case abbandonate. Qui proseguiamo diritto in discesa costeggiando il fosso, e dopo 100 m sbuchiamo su una stradina asfaltata. Andiamo a sinistra e dopo 60 m imbocchiamo una strada bianca a destra. Dopo 200 m raggiungiamo un gruppetto di case, presso le quali imbocchiamo sulla sinistra una strada con sbarra, aperta, che dopo 150 m ci riporta sulla strada principale. Andiamo a destra e dopo 1,1 km raggiungiamo una croce sotto al paese di Scifelli. Terminiamo la tappa riprendendo le indicazioni della guida a 6 righe dalla fine (“Qui prendiamo una stradina sulla destra…”).Altre possibilità di alloggio:
Casale della Certosa, 400 m oltre la Certosa di Trisulti, sistemazione in doppia e tripla, uso cucina e spazio tende. A persona: € 30 in B&B. 392-52.97.367 / 340-57.84.798, andrea_dif@libero.it
Tappa 14 ARPINO Trasporto zaini da Casamari ad Arpino. Da 2 a 4 zaini: €10 – Oltre 4 zaini €2,50 cadauno. tel. 320-6305974 Carlo (min.2 zaini, richiedere almeno 2 giorni prima, salvo disponibilità).
Tappa 15 ROCCASECCA Altre possibilità di alloggio:
B&B Maria Grazia (in paese), tel. 339-29.77.328 (Gennarino), lucianomarcuccilli@libero.it. Stessi prezzi dei B&B Il Feudo e L’Ortica.
Tappa 16 CASSINO
La mail del B&B La stazione di Posta é: vedoprint@gmail.com